REGIONE VENETO

FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE

POR 2014/2020

I – Occupabilità – Ob. “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione”

ArtImpresa

Alla scoperta della tradizione per il lavoro di domani

Giotto a bottega da Cimabue – Linea 2 Antichi Mestieri

ANNO 2017

DGR 648 del 8 Maggio 2017

1. Finalità

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di recuperare le produzioni/lavorazioni artistiche e tradizionali di nicchia tipiche del territorio e favorire contestualmente la nascita di nuove realtà imprenditoriali e di figure professionali, che sappiano esercitare il mestiere in piena autonomia, rapportandosi direttamente e in modo costruttivo con la committenza/utenza finale, progettando il lavoro da eseguire secondo le norme della buona tecnica e sfruttando pienamente le innumerevoli potenzialità delle nuove tecnologie.

L’iniziativa intende, quindi, sostenere la realizzazione di percorsi finalizzati a valorizzare in ottica innovativa le lavorazioni artistiche e tradizionali venete, rafforzando, sia in chi vuole inserirsi in tali realtà che nei soggetti che vi operano, le competenze trasversali e imprenditive necessarie non solo a recuperare gli antichi mestieri, ma anche a rafforzarne l’impatto in termini di creazione di valore e ricchezza sui territori, raggiungendo nuove nicchie di mercato e favorendo nel contempo l’avvio di nuove imprese (botteghe) da parte dei destinatari coinvolti.

2. Stanziamento

Lo stanziamento complessivo è di 1.000.000,00 (Fondo Sociale Europeo, Fondo di Rotazione e Risorse Regionali).

3. Destinatari

Le attività progettuali sono rivolte alle seguenti tipologie di destinatari:

  • soggetti svantaggiati;
  • disoccupati;
  • persone inattive
  • titolari di un diploma di istruzione primaria (ISCED 1) o di istruzione secondaria inferiore (ISCED 2)
  • titolari di un diploma di insegnamento secondario superiore (ISCED 3) o di un diploma di istruzione post secondaria (ISCED 4)
  • titolari di un diploma di istruzione terziaria (ISCED da 5 a 8)
  • lavoratori occupati presso imprese operanti in unità localizzate sul territorio regionale
  • titolari d’impresa, coadiuvanti d’impresa, lavoratori autonomi.

I destinatari devono essere residenti o domiciliati sul territorio regionale.

Sono compresi tra i destinatari ammissibili i giovani assunti con contratto di apprendistato, purché la formazione svolta nell’ambito del progetto presentato non sostituisca in alcun modo la formazione obbligatoria per legge, prevista per gli apprendisti.

4. Azioni progettuali

Gli interventi progettuali dovranno concentrarsi su uno o più mestieri afferenti alle lavorazioni artistiche e tradizionali e, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, si riporta il seguente elenco:

  • maestri della costruzione di strumenti musicali (liutai, costruttori e accordatori di pianoforti, ecc.);
  • maestri del tessile e della maglieria (sarti, ricamatori, modisti, feltrista, ricamatrice, ecc.), nonché del merletto;
  • tappezzieri e seggiolai;
  • maestri della calzatura e della pelletteria (stilista, modellista di calzature, selezionatore delle pelli, tagliatore di tomaie, orlatore, montatore, finitore, calzolaio, ecc);
  • vetrai;
  • ceramisti;
  • orefici e argentieri;
  • corniciai;
  • maestri della lavorazione dei metalli (ferro battuto, rame, bronzo,ottone) – (ramaio, fabbro, ecc.)
  • maestri del mobile d’arte, nonché falegnami/carpentieri;
  • maestri del marmo e della pietra (scalpellino, ecc.);
  • maestri dell’arte grafica tipografica e rilegatura d’arte;

 

5. Altri interventi a supporto dell’occupabilità 

  1. Incentivi all’assunzione (Tempo Indeterminato: max. 6.000,00 €; Tempo Determinato: max. 4.000,00 € – 12 mesi; in caso di durata tra i 6 e 12 mesi il contributo verrà riparametrato; in caso di contratto della durata inferiore ai 6 mesi non verrà riconosciuto nessun contributo)
  2. Start -up di impresa (Spesa FESR)

6 FESR

Esclusivamente nel caso di avvio di nuove imprese, nuovi rami d’azienda, apertura di nuove unità locali, incremento del capitale sociale per effetto dell’ingresso di nuovi soci (in percentuale non inferiore al 20%) = non superiore al 40% del contributo pubblico totale del progetto

Per tutti gli altri progetti: FESR non superiore al 30% del contributo pubblico totale del progetto.

7. Scadenza

Le domande di finanziamento possono essere presentate in qualsiasi momento secondo una modalità di sportello sempre aperto, si precisa che la valutazione avverrà da parte della Direzione Formazione e Istruzione, con cadenza mensile entro il 15 di ogni mese sino al 31/10/2017, a meno che il numero e la complessità delle richieste pervenute non giustifichino tempi più lunghi.