REGIONE VENETO

FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE

POR 2014/2020

I – Occupabilità – Ob. “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione”

IMPARIAMO A FARE IMPRESA – BUSINESS PLAN COMPETITION

Giotto a bottega da Cimabue – Linea 3 Scuole – DGR 649 del 8 Maggio 2017

1. Finalità

La Regione del Veneto intende finanziare percorsi capaci di offrire agli studenti degli Istituti Superiori Secondari di secondo grado e dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (di seguito IeFP) del territorio competenze chiave di imprenditorialità, attraverso la realizzazione di interventi formativi basati su tematiche interdisciplinari e metodologie innovative ed esperienziali, nonché diffondere tra i docenti e gli operatori della scuola una maggiore sensibilità verso le tematiche del fare impresa e dell’educazione all’imprenditorialità.

  • migliorare i sistemi di formazione e istruzione e la loro aderenza con le competenze richieste dal mercato del lavoro, favorendo lo sviluppo di sempre più efficaci relazioni tra giovani e imprese;
  • sviluppare nei giovani capacità imprenditoriali e un modo di pensare innovativo e creativo;
  • educare all’imprenditorialità e alla cultura del “saper fare”, sostenendo la creazione di un ambiente favorevole alla nascita e allo sviluppo di nuova imprenditoria.

2. Stanziamento

Lo stanziamento complessivo è di 1.000.000,00 (Fondo Sociale Europeo, Fondo di Rotazione e Risorse Regionali).

3. Destinatari

Le attività progettuali sono rivolte agli studenti frequentanti:

  • Istituti di Istruzione secondaria di 2° grado (Licei, Istituti tecnici, Istituti Professionali);
  • Percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP).

4. Azioni progettuali

Ogni progetto dovrà prevedere almeno una squadra – e al massimo 3 squadre per progetto – formata da studenti provenienti da realtà scolastiche diverse, al fine di favorire lo scambio di competenze e la contestuale valorizzazione delle singole specificità.

Le attività:

  • Interventi di informazione/formazione sui modelli organizzativi e produttivi delle eccellenze venete;
  • Percorsi di incontro e conoscenza tra scuola e imprese (studenti e insegnanti diventano imprenditori per un giorno);
  • Interventi di orientamento e accompagnamento all’imprenditoria per avvicinare i giovani alla cultura d’impresa e favorire un modo di pensare creativo e innovativo per valorizzare le competenze di ciascuno (essere imprenditori di sé stessi);
  • Attività di accompagnamento alla creazione di nuove idee d’impresa da definire attraverso la redazione di un vero business plan;
  • Partecipazione a un evento di un confronto/concorso finalizzato ad individuare le migliori idee d’impresa da premiare (School and Business COMPETITION);
  • Intervento per lo sviluppo delle idee d’impresa nelle quali gli imprenditori potranno investire (Investor day).

Tipologie di interventi

  • Visite di studio in azienda.
  • Imprenditori per “un giorno”: dovranno essere previste delle giornate in cui insegnanti (teacher coach) e studenti (al massimo 3 studenti per giornata) seguiranno l’imprenditore negli appuntamenti e nelle attività che svolgerà durante la giornata di lavoro.
  • Laboratori creativi: gli studenti dovranno fare un’esperienza aziendale di almeno 80 ore, dove avranno la possibilità di elaborare e redigere la propria parte di business plan.
  • Manifestazione competitiva: Sarà costituita una giuria composta da esperti e giovani imprenditori; ogni progetto dovrà individuare un giudice che farà parte della giuria e che valuterà le idee imprenditoriali nella School and Business COMPETITION.
  • Coaching di gruppo
  • Project work
  • Formazione
  • Teatro di idee

Avviso di selezione

Le domande potranno essere presentate a partire dal 26 maggio ed entro e non oltre il 20 giugno 2017 all’indirizzo info@eduforma.it previa compilazione del seguente MODULO.

Le domande pervenute saranno selezionate nel rispetto dei principi della trasparenza e della parità di trattamento, analogamente a quanto previsto dall’art. 66, Regolamento (UE) n. 1303/2013.