Digital marketing: la sfida tra esperti ed il “cugino”

Millennial, ROI, viral marketing, follower, influencer, hashtag è solo una parte della terminologia usata dai tecnici di web marketing per le loro campagne realizzate per le aziende e che pian piano è entrata anche nell’uso comune anche nel panorama italiano.

Anche le nostre aziende iniziano quindi a prendere consapevolezza dei benefici che il marketing digitale può portare in termini di visibilità e vendite.

Sempre più aziende capiscono che il futuro è digitale e che se vogliono entrare in contatto con i potenziali clienti devono inserirsi lì dove passano più tempo: i social network.

Nella ricerca del miglior professionista che capisca le esigenze aziendali e porti dei risultati, spesso interviene un’altra variabile: il compenso.

Non trattandosi di un prodotto ma di un investimento in una strategia di comunicazione, i risultati potrebbero anche non essere immediati. Tante aziende non sono disposte ad investire troppo arrivando a prendere decisioni sbagliate.

Con l’aumento dell’interesse verso questo tipo di marketing da parte delle aziende è cresciuto di pari passo anche  l’interesse delle persone di svolgere questo tipo di lavoro. Il materiale, spesso gratuito che si trova in rete può far sperare, a chi si approccia alla materia per la prima volta, che imparare questo mestiere sia quasi come un gioco e che basta qualche lettura, tutorial e ore dedicate allo studio per diventare dei professionisti.

Fermo restando che comunque ci sono tante persone di talento e che impegnandosi, i risultati arrivano, purtroppo non è tutto così facile come può sembrare.

Il cugino però non è sempre una persona che si approccia per la prima volta al settore, ma anche un tecnico del suo ambito specifico. Un esempio può essere il programmatore che inizia ad occuparsi di social media.

Una strategia di comunicazione non è solo Facebook, non implica soltanto postare ogni tanto sui social network, non significa scrivere un testo solo per avere qualcosa da pubblicare e non significa aprire decine di pagine aziendali sui vari social network senza avere un piano marketing e senza seguire poi questi canali.

Come distinguere un professionista da uno che si improvvisa tale?

Un vero professionista sa analizzare il mercato, la concorrenza, i punti forti ed i punti deboli di un’azienda prima di creare un piano di comunicazione. Un vero professionista conosce tutte le piattaforme, sa adattare le varie strategie alle esigenze del cliente e non si propone come tuttofare.  Infine, un vero professionista è sempre aggiornato sulle novità del settore.

Come capire se abbiamo di fronte un professionista?

Per valutare se la persona che si ha di fronte è un vero professionista, si dovrebbero osservare:

  • il portfolio dei lavori precedenti
  • i risultati ottenuti
  • eventuali testimonianze dei loro clienti
  • che non parla di truchetti e soluzioni facili per guadagnare milioni

Sempre più spesso però assistiamo ad una scelta sbagliata di un’azienda: la preferenza per il “cugino”.

Chi è il cugino?

Tutti hanno un fratello, una zia, un nipote, una cugina capace di “arrangiarsi” ed aiutare il cliente ad abbattere i costi di un esperto del settore.

Il cugino è “l’esperto smanettone” che sa fare tutto quello che può servire ad un azienda in ambito digital.

A prezzi stracciati riesce a fare il sito web, curare i canali social, scrivere contenuti ed impostare campagne Adwords.

Le conseguenze

Peccato però che la maggior parte delle volte il lavoro è fatto a livello molto amatoriale, il che, più che aiutare, crea soltanto dei problemi maggiori rispetto alla situazione iniziale.

Succede quindi che, per aver risparmiato all’inizio sulla qualità del lavoro, si deve sborsare un cifra superiore per cercare di sistemare i danni.

Cosa può succedere?

Di tutto. Dall’avere una pagina Facebook fatta di centinaia o addirittura migliaia di fan stranieri acquistati per popolare la pagina a danni all’immagine dell’azienda.

L’azienda si può ritrovare con un sito web che non funziona, che non è user friendly o che è molto lento.

Ricordate quindi: il risparmio non è mai guadagno!

Affidatevi a dei professionisti dall’inizio per non dover spendere dopo di più per sistemare danni fatti dai “cugini”.