L’iniziativa è finanziata con risorse del Fondo sociale Europeo – POR 2007-2013, Asse V Interregionalità e Transnazionalità

In sinergia con quanto si sta realizzando per contrastare gli effetti della crisi economica e occupazionale di questi ultimi anni, la Regione del Veneto ha deciso di favorire l’arricchimento professionale dei cittadini del Veneto, anche occupati, sostenendo percorsi di mobilità professionale da realizzare all’estero (area europea) o in altre regioni italiane (DGR 875 del 4 giugno 2013).

Destinatari
L’iniziativa si rivolge alle persone, a prescindere dal loro status occupazionale. Sono privilegiati i giovani (18-35 anni), le donne e gli over 50. Tra gli occupati sono ammessi a partecipare anche i lavoratori parasubordinati, i lavoratori autonomi, gli imprenditori.

Attività previste
I percorsi di mobilità a carattere transnazionale e interregionale consistono in stage o visite di approfondimento e scambi all’estero o presso altre regioni italiane. I percorsi possono durare 1, 4, 12 o 24 settimane, a seconda della tipologia di destinatario.
Lo stage, pensato per tutte le tipologie di destinatario, sia occupato che disoccupato o inoccupato, è finalizzato all’apprendimento diretto di conoscenze, abilità e competenze, arricchito dal vantaggio derivante dal confronto con realtà produttive di altre regioni e paesi europei. Lo stage può essere svolto presso soggetti pubblici e privati.
Le visite di approfondimento e scambio sono rivolte solo ai lavoratori occupati e sono mirate a rafforzare collaborazioni già esistenti, acquisire metodi e strumenti di lavoro specifici, a favorire lo scambio di informazioni e conoscenze.
Le attività possono riferirsi a tutti i settori e comparti economici, ma sono privilegiati i progetti che propongono esperienze in ambito TIC-Tecnologie dell’informazione e della Comunicazione, Green Economy, energie rinnovabili e Industria culturale e creativa. Inoltre sono valorizzati i percorsi finalizzati alla creazione di idee imprenditoriali.

Paesi coinvolti
Le persone possono realizzare esperienze conoscitive e di apprendimento presso organizzazioni presenti sul territorio italiano, al di fuori del Veneto, nei Paesi dell’Unione europea, oltre che Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera e nei paesi candidati all’adesione, Croazia e Turchia.

Agevolazioni
Per ogni destinatario, qualora ammesso al finanziamento, è prevista una Borsa di mobilità che prevede la copertura dei costi (viaggio e sussistenza), azioni di supporto alla mobilità (informazione, assistenza, orientamento, formazione, tutorato e riconoscimento dei percorsi realizzati) e indennità di frequenza (solo per gli inoccupati e i disoccupati, se non percettori di misure di integrazione al reddito).

Presentazione dei progetti
La presentazione dei progetti può essere effettuata fino al15 dicembre 2013.

Per ogni ulteriore informazione contattare
Eduforma S.r.l
Tel. 049.8935833
Fax. 049.8954200
info@eduforma.it
www.eduforma.it