Autore: Francesca Mazzucato

DGR 1879/2020: IL VENETO GIOVANE: START UP!

DGR 1878/2020: IL VENETO GIOVANE: START UP!

Percorsi per giovani finalizzati all’inserimento lavorativo e all’autoimprenditorialità

FONDO SOCIALE EUROPEO
POR 2014 – 2020 –
DGR 1879 del 29 Dicembre 2020

Il Veneto Giovane: Start Up! Percorsi per giovani finalizzati all’inserimento lavorativo e all’autoimprenditorialità

 

La presente iniziativa, basandosi sui risultati degli interventi già realizzati nel corso della prima fase e in linea con gli obiettivi del Programma Garanzia Giovani, intende offrire ai giovani NEET in Veneto una proposta di politica attiva qualitativamente valida, nel più breve tempo possibile dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema di istruzione formale, strutturata in percorsi che includano un’esperienza formativa direttamente in azienda finalizzati all’inserimento lavorativo o all’avvio di impresa.

L’obiettivo che si intende perseguire è supportare i giovani più intraprendenti e culturalmente vivaci a compiere un’esperienza in contesti di cultura internazionale, acquisendo specifiche competenze relative a differenti settori (es. industrie culturali e creative, laboratori digitali, ambiti “stem”, ecc.) da poter esercitare quale investimento rispetto al proprio progetto professionale e quale investimento per la rinascita del territorio regionale.

DESTINATARI

I destinatari della presente iniziativa sono giovani NEET, disoccupati/inoccupati dai 18 fino a 29 anni di età, iscritti al Programma Garanzia Giovani, residenti o domiciliati sul territorio nazionale. Inoltre i partecipanti non devono:

  • frequentare un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari);
  • essere inseriti in alcun corso di formazione, compresi quelli di aggiornamento per l’esercizio della professione o per il mantenimento dell’iscrizione ad un Albo o Ordine professionale;
  • essere inseriti in percorsi di tirocinio curriculare e/o extracurriculare.

Verranno premiati i progetti che prevedono il coinvolgimento di giovani laureati.

ATTIVITA’

Il progetto si articolerà attraverso le seguenti azioni formative:

  •  IC – Orientamento specialistico di II Livello
  • 2A – Formazione mirata all’inserimento lavorativo
  • 3 – Accompagnamento al lavoro
  • 5 – Tirocinio extra curriculare
  • 7 – Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità

STRUMENTI PER L’ AVVIO DI IMPRESA

Possono  essere riconosciute spese finalizzate al supporto alle start-up, fino ad un massimo di euro 3.000,00 a valere su fondi regionali, purché non ricomprese tra i servizi di affiancamento erogati da parte di Invitalia per l’acquisizione di beni e servizi effettuata, ovvero le spese effettivamente sostenute. Le iniziative in forma societaria devono essere presentate da compagini composte totalmente o prevalentemente da NEET.  Si precisa che saranno ammesse alle agevolazioni le imprese costituite aventi sede operativa nel territorio della Regione del Veneto.

CHI PUO’ ACCEDERE A QUESTO CONTRIBUTO?

Si valuterà la possibilità di accedere a questo contributo solo chi: 

  • Ha già costituito la start-up;
  • E’ iscritta alla CCIAA;
  • E’ in possesso dell’atto costitutivo;
  • E’ in possesso del business plan

Il contributo per fase di post start-up di impresa sarà erogato, quindi, se le spese sono state effettivamente sostenute.

QUALI SPESE SONO RIMBORSABILI AL 100% (dell’imponibile del bene acquistato)?

  • Spese di costituzione e registrazione, prestazioni notarili/di commercialisti finalizzate alla costituzione dell’impresa escluso l’avviamento;
  • Spese promozionali: relative ad acquisizione ed attuazione di campagne promozionali, di spot video e radio, brochure, locandine, volantini, etc…

QUALI SPESE SONO PARZIALMENTE RIMBORSABILI (il 70% dell’imponibile del bene acquistato)?

  • Acquisizione immobili;
  • Opere edili relative ad interventi di ristrutturazione o manutenzione straordinaria, anche di edifici in disuso;
  • Locazione immobili ad uso esclusivo dell’attività produttiva (limitatamente al periodo del progetto);
  • Acquisto, rinnovo, adeguamento di impianti, macchinari, attrezzature;
  • Acquisto di hardware e di software (ad esclusione dei software di office automation);
  • Acquisto di mezzi mobili ad uso esclusivo aziendale (escluse autovetture);
  • Canoni di leasing/affitto/noleggio/licenza d’uso dei beni di cui alle precedenti tipologie (limitatamente al periodo del progetto);
  • Progettazione tecnica, direzione lavori, collaudo, certificazione degli impianti e perizie tecniche;
  • Acquisto di diritti di brevetto, di licenze, di Know-how o di conoscenze tecniche non brevettate;
  • Acquisizione di banche dati, ricerche di mercato, biblioteche tecniche.

TERMINI PER LE DOMANDE DI ISCRIZIONE

I progetti sono ancora in fase di presentazione, ma sarà possibile accedere ai progetti approvati dopo il 15 Marzo 2021 e comunque fino a Gennaio 2022.

Percorsi formativi con possibilità di iscrizione

Credito d’Imposta | Piano Transizione 4.0: come cambiano le regole del credito d’imposta dal 16 Novembre 2020

credito d'imposta

Piano transizione 4.0.

Come cambiano le regole del credito di imposta dal 16 novembre 2020

Il credito di imposta cambia volto, diventa più gradevole per le aziende che avranno la possibilità di usufruire degli sgravi previsti.

La nuova formula prevede il credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali, per gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione e per la Formazione 4.0.

Il piano di Transizione 4.0   è utilizzabile dal 16 novembre 2020, e durerà due anni pieni, il 2021 e il 2022, per avere poi una coda di sei mesi fino al 30/06/2023 in caso di ordini confermati entro fine 2022.

Cosa cambia?

L’ex superammortamento, diventato quest’anno credito d’imposta al 6%, si allarga.  passa dal 6% al 10%, sempre con il massimale di 2 milioni di euro già esistente oggi.

Inoltre, per il solo primo anno, il credito d’imposta è elevato al 15% per gli investimenti in strumenti e dispositivi tecnologici destinati dall’impresa alla realizzazione di forme di lavoro agile.

Agevolato anche l’acquisto di beni immateriali “normali” (non 4.0)   al 10% con un massimale di 1 milione. L’aliquota al 10% vale solo da novembre 2020 a dicembre 2021, per poi scendere al 6%.

Sono estese  le agevolazioni di sgravio alle imprese che effettuano investimenti in beni strumentali materiali   diversi da quelli indicati nell’allegato A annesso alla legge 11 dicembre 2016, n. 232 (nel limite massimo di costi ammissibili pari a 2 milioni di euro), e/o investimenti in beni strumentali immateriali diversi da quelli indicati nell’allegato B   legge 11 dicembre 2016, n. 232, nel limite massimo di costi ammissibili pari a 1 milione di euro. (a decorrere dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021).

Ai  beni strumentali di cui  all’allegato A annesso alla legge 11 dicembre 2016, n. 232, a decorrere dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021 è riconosciuto un credito nella  misura del 50 per cento del costo, per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro, nella misura del 30 per cento del costo, per la quota di investimenti superiori a 2,5 milioni e fino a 10 milioni di euro e nella misura del 10 per cento del costo, per la quota di investimenti superiori a 10 milioni e fino al limite massimo di costi complessivamente ammissibili pari a 20 milioni di euro.

I software 4.0

L’attuale credito al 15% per i beni immateriali 4.0 passa al 20%. Aumenta il massimale: 1 milione di euro.  Questa nuova aliquota durerà per tutto il biennio di proroga del piano (senza quindi il décalage visto per gli altri crediti d’imposta).

Quando gli investimenti hanno per oggetto beni ricompresi nell’allegato B annesso alla legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i., il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 20 per cento del costo, nel limite massimo di costi ammissibili pari a 1 milione di euro. Si considerano agevolabili anche le spese per servizi sostenute in relazione all’utilizzo dei beni di cui al predetto allegato B mediante soluzioni di cloud computing, per la quota imputabile per competenza.

Con Transizione 4.0, si accorcia il periodo di compensazione che sarà di 3 anni e non più 5.

 Inoltre, per le aziende con fatturato inferiore a 5 milioni di euro, il credito d’imposta per i beni strumentali semplici (sia materiali che immateriali non 4.0) si riduce ulteriormente ad un anno.

La formazione 4.0

In dirittura d’arrivo il nuovo Credito d’imposta per la formazione 4.0 ampliano i costi ammissibili includendo:

  • Le spese di personale relative ai formatori per le ore di partecipazione alla formazione;
  • I costi di esercizio relativi a formatori e partecipanti alla formazione direttamente connessi al progetto di formazione, quali le spese di viaggio, i materiali e le forniture con attinenza diretta al progetto, l’ammortamento degli strumenti e delle attrezzature per la quota da riferire al loro uso esclusivo per il progetto di formazione. Sono escluse le spese di alloggio, ad eccezione delle spese di alloggio minime necessarie per i partecipanti che sono lavoratori con disabilità;
  • I costi dei servizi di consulenza connessi al progetto di formazione;
  • Le spese di personale relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette (spese amministrative, locazione, spese generali) per le ore durante le quali i partecipanti hanno seguito la formazione.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI
Eduforma Srl
Telefono: 049 8935833
Mail: comunicazione@eduforma.it

Webinar OPEN – Open factory day

MADEINVENETO | webinar gratuito

Botteghe e atelier aziendali

la tradizione si rinnova per guardare al futuro

OPEN - OPEN FACTORY DAY

IL COMPARTO ILLUMINOTECNICO - STORIE DEL VENETO CHE ILLUMINANO IL FUTURO

FONDO SOCIALE EUROPEO
POR 2014 – 2020 – Ob. “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione

Progetto approvato nell’ambito della DGR 1987/2018—Botteghe Atelier Aziendali – La tradizione si rinnova per guardare al futuro

Cod. Prog. 2749-0001-1987-2018 – Approvato con Decreto n. 626 del 24/04/2019

OPEN – OPEN FACTORY DAY
IL COMPARTO ILLUMINOTECNICO, STORIE DEL VENETO CHE ILLUMINANO IL FUTURO

La Regione del Veneto, in merito alla DGR 1987/2019 vi invita al Webinar gratuito che si terrà On Line sabato 5 Dicembre 2020.

Durante il webinar, che si terrà dalle 14:00 alle 16:00, verrà presentato il progetto SMART LIGHTING finanziato dalla Regione del Veneto, attraverso l’intervento del presidente di Eduforma Srl, Domenico Laterza. Successivamente Pier Francesco Rupolo presentarà nel dettaglio il processo attuito dalle aziende aderenti al progetto, che come obiettivo aveva l’ideazione, l’elaborazione e la realizzazione di un museo aziendale che potesse illustrare la storia e la tradizione di ogni singola realtà.

 

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA’

Ore 14:00/14:15
Il progetto SMART LIGHTING Domenico Laterza, presidente di Eduforma Srl

Ore 14:15/16:00
Il comparto illuminotecnico – Storie del Veneto che illuminano il futuro Pier Francesco Rupolo, Eduforma Srl

INTERVIENE: Paola Poli della F.lli POLI snc di Poli Paola, Marina e Daniele per una testimonianza.

CHI PUO’ PARTECIPARE
Occupati e liberi professionisti residenti o domiciliati in Veneto.

ISCRIZIONI
Per iscriversi vi invitiamo a compilare e inviare il form che trovate QUI oppure cliccando sull’evento QUI.

MAGGIORI INFORMAZIONI
selezione@eduforma.it | 049 8935833

Webinar BOTTEGA – la Bottega si presenta

MADEINVENETO | webinar gratuito

Botteghe e atelier aziendali

la tradizione si rinnova per guardare al futuro

BOTTEGA - la bottega si presenta

FONDO SOCIALE EUROPEO
POR 2014 – 2020 – Ob. “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione

Progetto approvato nell’ambito della DGR 1987/2018—Botteghe Atelier Aziendali – La tradizione si rinnova per guardare al futuro

Cod. Prog. 2749-0001-1987-2018 – Approvato con Decreto n. 626 del 24/04/2019

LA BOTTEGA  –  LA BOTTEGA SI PRESENTA

La Regione del Veneto, in merito alla DGR 1987/2019 vi invita al Webinar gratuito che si terrà On Line Venerdì 4 dicembre 2020.

Durante il webinar, che si terrà dalle 11:00 alle 13:00, verrà presentato il comparto illuminotecnico come patrimonio aziendale del territorio veneto attraverso la testimonianza di Alberto Sozza, presidente della rete di Imprese Luce in Veneto. Successivamente, alcune aziende del comparto illuminotecnico che hanno partecipato al progetto, interverranno per portare la loro testimonianza. ELESI LUCE S.r.l. racconterà la sua evoluzione verso una produzione di articoli smart lighting e MULTIFORME S.a.s. di Zorzi Renata & C. illustrerà la sua storia, la sua tradizione e la sua produzione artistica.
Il seminario come da disposizioni ministeriali, verrà svolto in modalità FAD (Formazione a Distanza).

 

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA’

Ore 11:00/11:30
La luce, patrimonio aziendale del territorio Veneto (presentazione del comparto)
RELATORE: Alberto Sozza, presidente della Rete di Imprese Luce in Veneto.

11:30/13:00
Presentazione di alcune aziende del comparto illuminotecnico che hanno partecipato al progetto:

ELESI LUCE S.r.l. racconta la sua evoluzione verso una produzione di articoli smart lighting
RELATRICE: Silvia Betteto, socia di Elesi Luce Srl

MULTIFORME S.a.s. di Zorzi Renata & C. racconta la sua storia, tradizione, produzione artistica
RELATRICE: Marina Da Rin Fioretto, responsabile comunicazione Multiforme Sas.

 

CHI PUO’ PARTECIPARE
Occupati e liberi professionisti residenti o domiciliati in Veneto.

ISCRIZIONI
Per iscriversi vi invitiamo a compilare e inviare il form che trovate QUI oppure cliccando sull’evento QUI.

MAGGIORI INFORMAZIONI
selezione@eduforma.it | 049 8935833

PRODUCT DESIGN WORKFLOW: analisi di un caso reale

PRODUCT DESIGN WORKFLOW: analisi di un caso reale

STRUMENTI PER IL DESIGN

workshop e seminario on line

  

FONDO SOCIALE EUROPEO
POR 2014 – 2020 – Ob. “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione

DGR 1311/2018 – Protagonisti del cambiamento
LINEA 1 – VALUE CHAIN: Tecnologie abilitanti e nuovi modelli di business

La Regione del Veneto, in merito alla DGR 1311/2018 vi invita ai Workshop gratuiti e ON Line che si terranno in collaborazione con Paradigma Srl venerdì 30 Ottobre dalle 14:00 alle 18:15.

EVENTO 1 | PRODUCT DESIGN WORKFLOW

14.00-16:00

Verrà preso in esame un case study reale e verranno analizzate le fasi di progettazione 3D, animazione e video rendering e simulazione in realtà virtuale.

  • Introduzione al Product Design – Concept Phase.
  • Case study “NEXT” – Workflow di progettazione e programmi utilizzati: Modellazione Meccanica: Fusion 360 (modellazione parametrica)

EVENTO 2 | STRUMENTI PER IL DESIGN

16:15-18:15

Verranno analizzati gli strumenti per il designdi prodotto offerti dalle nuove tecnologie.

  • Animazione 3D e video rendering: Blender 3D
  • Esperienza in Realtà Virtuale e Simulazione Stradale: Unity 3D (game engine)

RELATORI

Antonio Guadagnino – Imprenditore seriale, innovation designer.
Co-fondatore e CEO di Paradigma, innovation hub dedicato a tecnologie esponenziali.
Sostenitore di un nuovo modello sostenibile di innovazione basato sul vantaggio sistemico all’interazione da parte di istituzioni, imprese, consulenti, enti di formazione, investitori.

Tommaso Gecchelin – Inventore fondatore e CTO di NEXT Future Transportation. Designer dell’innovazione per aziende in tutto il mondo, unendo le competenze scientifiche e tecnologiche con la metodologia progettuale avanzata, creando soluzioni per problemi di vario tipo, soprattutto riguardanti l’impatto del fattore umano su sistemi complessi.

CHI PUO’ PARTECIPARE

Occupati e disoccupati residenti o domiciliati in Veneto.

ISCRIZIONI

Per iscriversi vi invitiamo a compilare e inviare il form che trovate QUI .

MAGGIORI INFORMAZIONI

selezione@eduforma.it | 049 8935833 

sCRIVICI

tI RISPONDEREMO IL PRIMA POSSIBILE!

contattaci
su Whatsapp

Vuoi contattarci per partecipare ad un corso e riqualificarti nel mondo del lavoro?
Scrivici direttamente tramite WhatsApp.
Lo staff di Eduforma risponderà a tutte le tue domande!

391 7549842