loghi-regione-veneto

 

FONDO SOCIALE EUROPEO
POR 2014 – 2020 – Ob. “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione

DGR 526/2020 – Il Veneto delle Donne

 Strumenti per la valorizzazione dei percorsi professionali
per la partecipazione al mercato del lavoro

La finalità generale della direttiva è quella di essere un ulteriore strumento individuato dalla Regione del Veneto nell’ambito della strategia regionale di valorizzazione del capitale umano, al fine di supportare le donne nei processi di cambiamento per aumentarne l’occupabilità e la valorizzazione dei talenti. Con tale iniziativa si intende, inoltre, promuovere l’accesso delle donne alle discipline STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) e diffondere maggiormente tra le donne la cultura d’impresa mettendo a disposizione delle lavoratrici, dei lavoratori e delle imprese strumenti utili a favorire l’ibridazione delle competenze.

I progetti dovranno avere la finalità di accompagnare le donne occupate, disoccupate e inattive, attraverso la valorizzazione dei percorsi professionali e stimolando la partecipazione nel mercato del lavoro, avvalendosi di nuovi processi di organizzazione e di produzione “intelligenti” (ovvero che tengono conto dei cambiamenti in atto a livello economico, sociale e produttivo) e beneficiando di interventi che consentano l’ibridazione tra competenze tecnico-digitali e competenze umanistico-creative che, in un contesto di continua innovazione tecnologica, possano generare valore per il singolo e per la collettività.

PROGETTI AMMISSIBILI
Potranno essere realizzate una serie di attività che, grazie all’utilizzo di un insieme variamente combinato di strumenti, concorreranno al raggiungimento dei diversi output progettuali. I progetti potranno riferirsi a 3 Linee progettuali:

1) “IL FILO”, interventi per favorire l’aumento dell’occupabilità delle donne disoccupate o inattive, con l’obiettivo di favorirne l’inserimento e la permanenza in un mercato del lavoro sempre più digitale e fatto di “lavori ibridi”;

2) “LA TELA”, interventi per favorire la valorizzazione dell’esperienza professionale delle donne occupate (anche libere professioniste), con finalità di empowerment femminile, mediante la combinazione di interventi di formazione tradizionale o innovativa;

3) “LA RETE”, progetti di definizione e all’acquisizione di nuovi modelli organizzativi mediante servizi integrati e interventi di welfare aziendale e territoriale nonché alla sperimentazione in modo centralizzato dell’utilizzo del voucher di conciliazione quale strumento finalizzato a favorire il gender balance nelle imprese.

N.B. Non sono ammissibili come destinatari coloro i quali abbiano un rapporto di lavoro con soggetti riferibili ai settori della pesca, della sanità e socio-assistenziale, nonché con gli organismi di formazione, accreditati o non.

TEMATICHE DEGLI INTERVENTI

  • Ibridazione delle competenze
  • Competenze digitali
  • Sviluppo delle competenze e di valorizzazione dei talenti
  • Assessement nella prospettiva del cambiamento organizzativo e dell’adozione di modelli di lavoro agile
  • Adozione di un piano di smart working con relativo accordo o regolamento aziendale
  • Promozione della cultura dell’autoimpiego e dell’autoimprenditorialità
  • Incontri di scambio e di narrazione delle esperienze professionali
  • Incontri di contaminazione intergenerazionale
  • Orientamento rivolti ai giovani

TIPOLOGIE DI ATTIVITÀ FINANZIABILI

  • Attività formative, aziendali o interaziendali (anche in remoto): indoor e outdoor/esperienzial
  • Tirocinio e orientamento per l’inserimento professionale
  • Attività di accompagnamento individuali e/o di gruppo: assistenza/consulenza, Project Work, Coaching, Action
  • Research, visite di studio/aziendali, Seminari/Workshop

RISORSE DISPONIBILI
Gli importi messi a disposizione da parte della Regione del Veneto per la realizzazione delle iniziative afferenti all’Avviso di riferimento alla presente Direttiva sono un totale di € 6.500.000,00.

SPESE INCLUSE NEI PROGETTI

  • Linea 1:
    voucher di connessione del valore massimo di 250 euro per l’acquisto di un computer e/o le spese di abbonamento/canone.
    – incentivi all’assunzione, compatibilmente con la normativa vigente civilistica e fiscale, per un ammontare massimo di € 6.000,00.
  • Linea 2:
    Potrà essere previsto il riconoscimento delle spese di attrezzature (hardware e software) per l’adozione di modelli di lavoro agile e per l’attuazione del piano di smart working (definito con accordo o regolamento aziendale) finanziabili mediante risorse FESR.

PRIORITÀ

  • Presenza di Accordi di II livello o accordi integrativi, qualora nell’Accordo di II livello non sia previsto il lavoro agile
  • Presenza di Accordi sindacali
  • Presenza di Accordi o regolamenti aziendali finalizzati all’adozione di piani di smart working
  • Partenariato con CCIAA/Comitati per l’Imprenditoria femminile
  • Partenariato con Istituti di Istruzione Secondaria Superiore o Percorsi di Formazione Professionale.

SCADENZA
Presentazione delle richieste di adesione: 17 Giugno 2020.

Informazioni
Per ulteriori informazioni contattare:

Eduforma S.r.l
Tel. 049.8935833
Fax. 049.8954200
info@eduforma.it