DGR 819/2020: Smart working nella PA

  

REGIONE VENETO – POR FSE 2014-2020
Asse IV Capacità Istituzionale
DGR n. 819 del 23 giugno 2020

Smart working nella PA

 

Obiettivi
La presente iniziativa si pone la finalità di accompagnare la PA nella riorganizzazione dei processi lavorativi, affinché si possa concretizzare il passaggio una PA davvero smart, rafforzando la cultura digitale dei lavoratori pubblici, implementando le diverse competenze necessarie a fare smart work, ridisegnando processi e spazi fisici, incrementando la dotazione strumentale a supporto.

Tipologia di progetti
Potranno essere presentati progetti rivolti alle PA attive sul territorio regionale, in forma singola o associata, per l’adozione dello smart work quale paradigma di organizzazione del lavoro.

I progetti si compongono di una molteplicità di attività che ricadono in due tipologie di azioni:

  • AZIONE A – Servizio di consulenza e formazione finalizzato alla definizione e adozione dello smart working quale modalità organizzativa oltre l’emergenza sanitaria (non tutte obbligatorie)
  1. Attività di formazione e accompagnamento (anche innovative e in FAD) rivolte a dirigenti e dipendenti su varie tematiche connesse allo smart work
  2. Attività di accompagnamento per la costruzione di un nuovo dialogo con la parte sindacale, i referenti per la transizione digitale e i referenti risorse umane.
  3. Attività di consulenza per la ridefinizione degli spazi fisici con l’introduzione dello smart work quale modalità ordinaria di lavoro.
  4. Attività di accompagnamento per la riorganizzazione delle procedure (dal cartaceo al digitale).
  5. Attività di accompagnamento per il rafforzamento e l’implementazione dello smart work in sinergia con il referente della transizione digitale e le risorse umane (Piano triennale digitale e regole Agid)
  • AZIONE B – Bonus di connettività per l’implementazione della dotazione strumentale funzionale allo svolgimento della prestazione lavorativa in modalità smart work sia hardware che software (da assegnare ai dipendenti su indicazione dell’amministrazione).

Destinatari
Le attività coinvolgono gli operatori (dipendenti/soggetti subordinati) delle PA della regione.

Soggetti proponenti
Le proposte progettuali possono essere presentate da soggetti accreditati per l’ambito della Formazione Continua.

Forme di partenariato
Sin dalla fase di presentazione, è previsto il partenariato obbligatorio (Pubbliche amministrazioni attive sul territorio regionale all’interno delle quali operano i destinatari della proposta progettuale) con almeno uno o più soggetti destinatari dell’iniziativa.

Risorse disponibili e vincoli finanziari
Gli importi messi a disposizione da parte della Regione del Veneto per la realizzazione delle iniziative ammontano a € 2.000.000,00.
I progetti devono avere un valore complessivo non inferiore ad Euro 50.000,00 e non superiore ad Euro 150.000,00. Ciascun progetto, deve prevedere, a pena di inammissibilità, un costo massimo per destinatario pari a € 6.000,00. Dal costo massimo per destinatario sono escluse le spese per il bonus di connettività ed ogni altro onere riferibile direttamente al destinatario finale.

Progetto in presentazione
“R.O.A.D. P.A.: Ri-Organizzazione Agile Della Pubblica Amministrazione”

Modalità di adesione e termini di scadenza
Scarica il modulo di pre-adesione e inviacelo a info@eduforma.it, lo staff di Eduforma si metterà in contatto con te per fornirti tutte le informazioni e le modalità per completare l’iscrizione. In alternativa si può già inviare la modulistica ufficiale. Il termine per presentare la domanda è venerdì 31 Luglio 2020.

 

contattaci
su Whatsapp

Vuoi contattarci per partecipare ad un corso e riqualificarti nel mondo del lavoro?
Scrivici direttamente tramite WhatsApp.
Lo staff di Eduforma risponderà a tutte le tue domande!

391 7549842